PSEUDO ADHD/DDAI

PATOLOGIE E CONDIZIONI CHE MIMANO l'ADHD/DDAI

Ricerca e pagine web a cura del dott. Claudio Ajmone

—Sito ottimizzato per I.Explorer 1024 x 768—


Disordine da deficit di attenzione e/o iperattività (ADHD/DDAI)

La comorbilità è a volte una contraddizione che scaturisce dalla iper-classificazione del DSM/ICD e non rappresenta sempre una reale aggregazione di entità cliniche. In ambito psichiatrico è caratterizzata da un'alta percentuale di comorbilità e dalla medesima sintomatologia; questo rende difficile e a volte impossibile la diagnosi differenziale. Nell'ambito delle patologie fisiche si ha un'alta percentuale di comorbilità e sintomi diversi. La comune affermazione che l'ADHD/DDAI sia caratterizzato da deficit di attenzione sostenuta e focalizzata, delle facoltà esecutive, da impulsività e iperattività è smentita dalle ricerche qui raccolte che evidenziano come questi fattori siano comuni alle più svariate condizioni cliniche, per questo motivo sono variabili che non le caratterizzano; piuttosto appaiono come dei naturali e aspecifici sottoprodotti della sofferenza psicofisica che compromettono seriamente lo sviluppo e l'adattamento sociale delle persone. Ne consegue che il disordine da deficit di attenzione-iperattività è una nosologia psichiatrica che non ha fattori che la caratterizzino e la giustifichino sul piano scientifico. La classificazione e i termini presenti in questo database sono quelli usati nel DSM per coerenza con la terminologia usata dagli sperimentatori, ma non riflette le mie personali convinzioni. La linea che divide la diagnostica di comorbilità dalla diagnostica differenziale è una frontiera incerta ed arbitraria.



— Manuale Statistico Diagnostico, American Psychiatric Association, DSM-IV-TR 2000, pag 105

"Non ci sono tests di laboratorio, valutazioni neurologiche o dell’attenzione che siano stati ritenuti di valore diagnostico nella valutazione clinica del Disordine da Deficit di Attenzione/ iperattività. Si è notato che i tests che richiedono un'elaborazione mentale con sforzo intenso sono anormali nei soggetti con Disordine da Deficit di Attenzione/ Iperattività rispetto ai coetanei, ma questi tests non si sono dimostrati utili se si cerca di determinare se un particolare individuo è affetto dal disordine. Non si sa ancora quali deficit cognitivi fondamentali siano responsabili per le differenze nei gruppi"

Più i sintomi di una patologia si sovrappongono a quelli di altre patologie più è probabile che essa non esista

Visita PROXIMA Universo Uomo - rivista di psicologia e scienze umane - a cura del dott. Claudio Ajmone

Lista delle patologie che mimano l'ADHD (343)


CLASSIFICAZIONE PATOLOGIE E CONDIZIONI CHE MIMANI L'ADHD


Lista delle patologie che mimano l'ADHD (343)


Documenti nel database: 756


Il Disordine Da Deficit Di Attenzione e/o Iperattività (ADHD/DDAI) è una nosografia psichiatrica del DSM molto controversa, gli esperti non concordano sulla sua esistenza e origine genetica o psicosociale. L'esistenza di molte patologie che la mimano conferma questa tesi. Si vedano in proposito le sottoscrizioni al Consensus Internazionale "ADHD e abuso nella prescrizione di psicofarmaci ai minori" sul sito della Campagna Nazionale "Giù le mani dai bambini". L'elenco delle patologie e abstract che mimano l'ADHD qui presentato non è esaustivo ma ne rappresentano un campione significativo. Puoi collaorare allo sviluppo di questo database segnalando articoli o dando suggerimenti.


English Version



  1. Alimenti (101)
    1. Alimentazione (41)
    2. Allergie (9)
    3. Bioelementi (36)
    4. Coloranti e conservanti sintetici (15)
      - Banca dati “Altroconsumo” sugli additivi
      - Banca dati “Minerva” sugli additivi
  2. Inquinamento (114)
    1. Elettromamagnetico (12)
    2. Ftalati (17)
    3. Mercurio (10)
    4. Miscellanea (27)
    5. PCB-policlorobifenili (16)
    6. Pesticidi (23)
    7. Piombo (9)
  3. Nuove tecnologie (5)
  4. Problemi psicologici (179)
    1. Abusi sui bambini (9)
    2. Adozioni (19)
    3. Ansia e Depressione (8)
    4. Disabilità di apprendimento (19)
    5. Disturbi pervasivi dello sviluppo (19)
    6. Enuresi - Encopresi (14)
    7. Famiglia (23)
    8. Miscellanea (15)
    9. Psicosi (28)
    10. Ritardo mentale (3)
    11. Tic-compulsioni (22)
  5. Malattie e condizioni biologiche (287)
    1. Corea (3)
    2. Denti (4)
    3. Dermatiti (9)
    4. Diabete (3)
    5. Epilessia (12)
    6. Infezioni (14)
    7. Gambe irrequiete (5)
    8. Genetica (36)
    9. Gravidanza (32)
    10. Idro-macro-cefalia (6)
    11. Integrazione sensoriale (7)
    12. Lesioni cerebrali (17)
    13. Miscellanea (34)
    14. Motricità (2)
    15. Obesità-bulimia (3)
    16. Sindrome X fragile(10))
    17. Sonno (49)
    18. Tiroide (17)
    19. Tumori (8)
    20. Udito (9)
    21. Vista (6)
  6. Sostanze psicotrope (69)
    1. Alcolici (16)
    2. Caffeina (2)
    3. Cocaina (9)
    4. Farmaci (6)
    5. Marijuana (8)
    6. Miscellanea (7)
    7. Nicotina (21)

 

 

 



 

In evidenza

Registro ADHD della Regione Lombardia 2012/2013 (ADHD allo 0,3% di incidenza epidiemologica - controtendenza rilevante)
Pareri esperti sul report “Safety of psychotropic drug prescribed for attention-deficit/hyperactivity disorder in Italy”, P.Panei et al, 2010
Ajmone Claudio, Emilia Costa, relazione tecnico-scientifica sull'ADHD, 2007
Furman L., Cos'è il disordine da defict di attenzione iperattività (ADHD)?
S. Mazzotta et altri, Costi econimici del trattamento dell'ADHD - 2008

proxima jpg